RSS

GenoMIX #1 – Maggio 2010

31 mag

I post che ho pubblicato finora rendono bene l’idea di come la genomica, di questi tempi, rappresenti un settore complesso e ricco di sfumature. Sembrano passati millenni da quando erano solo i ricercatori, chini sui propri banconi di laboratorio, a conoscere e maneggiare il DNA: oggi la genomica è entrata nell’industria, nei giornali, nella vita quotidiana di milioni di persone. Tutti, chi più chi meno, hanno sentito parlare di geni e cromosomi, ed è lecito attendersi un’ulteriore crescita nei prossimi anni, quando forse assisteremo a un exploit come quello dell’informatica negli anni 90. Benché in questo primo mese di myGenomiX io ce l’abbia messa davvero tutta, devo ammettere che riuscire a tenere traccia di quello che avviene in questo mondo in continua evoluzione non è per niente semplice. Così ho pensato che potesse essere utile fare un piccolo report mensile, dove ricordare le notizie principali del mese trascorso.

Nel primo genoMIX (l’accento cade sulla “i”) la parte del leone la fa sicuramente Synthia, la cellula con genoma sintetico realizzata dal gruppo di Craig Venter. L’annuncio che l’uomo era in grado di “creare la vita” sintetizzando chimicamente un genoma artificiale, ha avuto l’effetto devastante di una bomba atomica sull’opinione pubblica. La notizia è stata commentata, amplificata, esagerata, distorta, e mentre i creazionisti si strappavano i capelli scandalizzati, buona parte del mondo scientifico già battezzava quella di Venter come la scoperta del secolo. Che Synthia sia la dominatrice incontrastata di questo mese lo dimostra anche il fatto che, anche su myGenomix, il post ad essa relativo sia stato il più letto, così come la chiave di ricerca “synthia” è stata la più utilizzata dai miei lettori. Non dobbiamo però dimenticare un’altra scoperta molto importante, quella del genoma dell’uomo di Neanderthal: il sequenziamento del DNA neanderthaliano ha permesso di evidenziare alcune sequenze nucleotidiche che Homo Sapiens avrebbe saputo sviluppare meglio dei “cugini”. Non solo: gli autori della ricerca, dopo aver analizzato le similarità tra i genomi, hanno ipotizzato che le due specie si siano accoppiate per un certo periodo di tempo nell’area del Medio Oriente. Infine, è certamente degna di nota la vicenda relativa alla Pathway Genomics, che ha cercato di vendere i propri kit nei supermercati della catena Walgreens, attirando in questo modo l’attenzione della Food and Drug Administration americana. L’accordo, attualmente non ancora concretizzato, ha riacceso il dibattito sull’efficacia e l’utilità dei test genetici offerti liberamente ai consumatori dalle aziende di personal genomics.

About these ads
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 31 maggio 2010 in GenoMIX

 

Tag: , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: