Medicina personalizzata per i malati di cancro

Sulle pagine del Times Online è apparsa la notizia che il Cancer Research UK, la principale fondazione che sostiene la ricerca oncologica nel Regno Unito, inizierà questo autunno un progetto pilota che permetterà di valutare costi e benefici dell’utilizzo della medicina personalizzata nella cura dei tumori. I ricercatori dell’ente sono convinti che questa nuova disciplina, nata grazie al grande sviluppo della genomica negli ultimi anni, diventerà una prassi di routine negli ospedali inglesi nel giro di pochi anni. Oltre a notevoli benefici per i pazienti, infatti, sarà possibile ottenere una riduzione dei costi sostenuti dall’NHS, il sistema sanitario nazionale: ogni anno vengono infatti sprecate quantità ingenti di denaro in terapie che poi si rivelano inefficaci.

Il motivo per cui certe cure non funzionano sempre potrebbe infatti risiedere nel corredo genetico del singolo paziente: l’obiettivo della medicina personalizzata è proprio quello di rendere utili queste preziose informazioni contenute nel nostro DNA, suggerendo al medico il farmaco più efficace per il nostro specifico profilo genetico. Un esempio pratico? Il cancro ai polmoni può avvantaggiarsi di mutazioni nel gene EGFR o nel gene BRAF. Nel primo caso, le mutazioni vanno ad aumentare in modo spropositato la produzione di un recettore il cui compito è quello di invitare la cellula a moltiplicarsi: per curare tumori di questo tipo potrebbe essere efficace utilizzare l’erlotinib, un inibitore di questo recettore. Nel secondo caso, invece, sarebbe più opportuno usare un farmaco sperimentale (PLX4032) che va a colpire in modo specifico le cellule con le mutazioni dannose.

Test genetici che mirino a rivelare precise varianti nel DNA vengono già eseguiti nella cura dei tumori, ma non c’è al momento una prassi consolidata e uniformemente diffusa nei centri ospedalieri. Non è insomma una metodica di routine. Il Cancer Research UK, invece, applicherà questi test in modo sistematico, a circa 6000 pazienti ogni anno, e se l’esperimento avrà successo non c’è ragione per cui il sistema sanitario inglese non debba introdurre queste applicazioni d’avanguardia in tutti i centri di cura del Regno Unito.

One thought on “Medicina personalizzata per i malati di cancro

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...