Così funziona la 23andMe

La 23andMe è l’azienda leader nel settore della personal genomics e la più conosciuta tra i consumatori americani. Quando se ne parla qui da noi viene spesso ricordato il suo legame con Google, dal momento che tra i fondatori c’è Anne Wojcicki, moglie di Sergey Brin. I servizi genetici che essa offre sono tre: Ancestry (399 dollari), Health (429 dollari) e il pacchetto completo (499 dollari). L’offerta diversificata permette al cliente di decidere se utilizzare le informazioni contenute nel proprio DNA per ricostruire il proprio albero genealogico o per individuare le malattie alle quali è maggiormente predisposto, o ancora i farmaci che su di lui funzionerebbero meglio. Ma come vengono eseguiti i test genetici? Come funziona realmente la 23andMe?

Tutto comincia con l’acquisto di uno dei tre servizi da parte del cliente: i prodotti sono disponibili sul sito dell’azienda, all’indirizzo www.23andme.com. L’acquirente riceve quindi al proprio domicilio un kit contenente una fialetta con codice a barre destinata a raccogliere il campione di saliva, il quale viene spedito non all’azienda stessa, ma direttamente a un laboratorio esterno che eseguirà l’analisi. Questo laboratorio (National Genetics Institute) è certificato dal governo degli Stati Uniti e si occupa di analizzare campioni biologici anche in altri contesti, quali ad esempio test genetici per medici, ospedali e cliniche. Una volta ricevuto il materiale, l’NGI provvede a effettuare l’amplificazione del DNA e a trasferire lo stesso in una piastra a 96 pozzetti, che conterrà quindi anche DNA di altri clienti. Successivamente, la piastra viene inserita in uno strumento di marca Illumina che esegue lo screening dei campioni, per testare centinaia di migliaia di varianti genetiche contemporaneamente. Al termine dell’analisi, tutti i dati vengono associati nuovamente ai rispettivi codice a barre, criptati e quindi inviati tramite connessione sicura alla 23andMe. Attraverso i codici a barre, l’azienda è in grado di risalire al cliente che aveva acquistato il servizio, caricare i dati sul suo account personale e infine informarlo tramite email dell’avvenuto caricamento.

Credo sia importante conoscere esattamente i passaggi a cui andrà incontro il vostro DNA qualora decideste di diventare uno dei clienti della 23andMe, perciò spero che questo mio post possa essere utile a qualcuno.

Fonte: The Spittoon (blog ufficiale della 23andMe)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...