Inglesi e cinesi insieme per il più grande studio di epigenetica mai realizzato: parteciperanno cinquemila gemelli

Prendete una coppia di gemelli monozigoti: il loro genoma è identico. Eppure, a volte capita che uno dei due abbia un’allergia e l’altro no, o che uno solo soffra di diabete. Per quale motivo? Dobbiamo chiamare in causa l’epigenetica, cioè tutte quelle alterazioni chimiche che il DNA subisce senza però modificare la sua stessa sequenza: probabilmente i responsabili di questa variabilità sono proprio i meccanismi epigenetici che, fungendo da interruttori molecolari, spengono o accendono i nostri geni. Al fine di quantificare il peso specifico di queste modificazioni, un gruppo inglese leader nelle ricerche sui gemelli, il TwinsUK, ha avviato uno studio di proporzioni vastissime in cui verranno coinvolti 5000 gemelli, già studiati in passato dallo stesso team.

Epitwin è il progetto più grande mai avviato sull’epigenetica, e promette di rivelare le diverse modalità con cui questi processi possono intervenire nel determinare l’insorgenza di una patologia. Inizialmente i ricercatori si focalizzeranno su obesità, diabete, allergie, malattie del cuore, osteoporosi e longevità, ma in futuro si potranno applicare queste stesse tecniche per studiare qualsiasi tratto o condizione patologica. Verranno analizzati 20 milioni di siti CpG nel genoma dei partecipanti, siti scelti proprio perché altamente suscettibili a modificazioni epigenetiche come la metilazione. Il dettagliato profilo epigenetico che verrà creato per ogni gemello sarà quindi analizzato per cercare le differenze tra membri della stessa coppia, differenze che potrebbero spiegare le variazioni nella suscettibilità a questa o quella malattia.

L’epigenetica è un settore molto di moda ultimamente, soprattutto per via di alcuni studi scientifici che hanno mostrato come particolari esperienze di vita vissute da piccoli possano plasmare il nostro carattere, spegnendo e accendendo alcuni geni proprio mediante meccanismi epigenetici. Quello che attende il TwinsUK non sarà comunque un lavoro facile, anche perché i pattern di metilazione possono variare anche in funzione del tipo di tessuto considerato o dello stadio di sviluppo. Una cosa è certa però, per la loro titanica impresa gli inglesi hanno scelto il partner più adatto: collaboreranno infatti con l’istituto di ricerca genomica cinese BGI, diventato famoso per avere recentemente acquistato 128 sequenziatori Illumina di ultima generazione. Il maxi-progetto costerà ai due centri di ricerca 30 milioni di dollari.

Fonte: King’s College
Image Credit: Charity Foundation

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...