Scoperte nuove varianti genetiche associate alla psoriasi [Galileo]

L’articolo che segue è una versione leggermente modificata del mio pezzo pubblicato su Galileo. Contiene dei dettagli “tecnici” che non erano adatti per un pubblico generalista, ma i contenuti, comunque, sono gli stessi.

Sulla rivista Nature Genetics sono apparsi i risultati di ben cinque differenti studi che hanno permesso di individuare nuove varianti genetiche associate alla psoriasi, una forma di dermatite cronica che colpisce l’1-2% della popolazione mondiale e che è caratterizzata da una iperproliferazione delle cellule della pelle. Per identificare i nuovi fattori genetici alla base della patologia, sono stati eseguiti studi di associazione genome-wide (GWAS): si tratta di un metodo di indagine dove vengono messi a confronto i codici genetici di un grande numero di individui malati con quelli di individui sani, al fine di evidenziare varianti nel DNA associate alla malattia con una elevata significatività statistica.

Uno dei lavori pubblicati ha visto anche la partecipazione dell’Italia, con il gruppo di ricerca del genetista Giuseppe Novelli dell’Università di Tor Vergata che ha contribuito a individuare, tra le altre, una nuova associazione con un polimorfismo SNP nel gene TRAF3IP2 (rs13190932), localizzato sul cromosoma 6.

In questo caso, è stata presa in esame l’artrite psoriasica, un problema che affligge il 10-15% dei malati di psoriasi. La nuova variante è stata scoperta confrontando 609 individui malati di nazionalità tedesca con 990 controlli, ed è stata replicata in 6 coorti europee per un totale di 5488 individui.

Sequenziando gli esoni del gene TRAF3IP2, i ricercatori hanno scoperto anche un’altra variante (rs33980500) che potrebbe essere alla base sia dell’artrite psoriasica che della psoriasi in generale. A causa di questa variazione, infatti, la proteina ACT1 codificata dal gene sequenziato risulta avere una sequenza aminoacidica modificata, che ne impedisce la corretta interazione con il recettore TRAF6: la mancata interazione delle due molecole avrebbe l’effetto di alterare i segnali che regolano la risposta immunitaria, provocando infine l’artrite. Gli autori dell’articolo sottolineano comunque che si tratta al momento soltanto di ipotesi da confermare con ulteriori studi funzionali.

La psoriasi è una tipica malattia da imputare alle interazioni tra i geni e l’ambiente. La patologia, infatti, si trova spesso all’interno della stessa famiglia, ed è nota la relazione con particolari varianti alleliche relative ai geni HLA-C, IL23R e IL12B, varianti frequenti nei soggetti malati. Tuttavia, affinché la malattia si manifesti è necessario l’intervento di fattori ambientali scatenanti, come traumi della pelle, stress, medicinali e alcool.

Huffmeier U et al. “Common variants at TRAF3IP2 are associated with susceptibility to psoriatic arthritis and psoriasis” Nature Genetics, published online 17 October 2010

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...