La carica dei 101 (genomi)

Sono due anni di duro lavoro quelli che attendono i sequenziatori Illumina acquistati dal BGI. L’istituto di genomica cinese di Shenzhen intende infatti sfruttare il suo imponente parco macchine per sequenziare, entro la fine del 2012, i genomi di ben 101 specie di vertebrati. Il progetto, in collaborazione con gli scienziati del Genome 10K Project, spera di arrivare nel 2015 a decodificare il codice genetico di diecimila specie di animali.

I 101 organismi che verranno analizzati in questa fase sono stati scelti in base all’importanza per l’uomo, e soprattutto in modo da rappresentare la maggior parte della diversità filogenetica del regno animale. Lo scopo è infatti quello di assemblare un vero e proprio zoo genomico, con campioni provenienti da zoo, musei e università di tutto il mondo.

Tra le specie che verranno sequenziate nel biennio 2011-2012 ci sono 25 pesci (tra cui il grande squalo bianco e il cavalluccio marino), 13 anfibi (tra cui la salamandra gigante), 13 rettili (compresi il drago di Komodo e la tartaruga delle Galapagos), 18 uccelli (tra cui il colibrì e il pinguino imperatore) e 32 mammiferi (compresi leone, tigre e koala). Questi 101 animali andranno ad aggiungersi all’elenco dei 120 vertebrati finora già sequenziati.

Il Genome 10K Project presenterà i suoi obiettivi in un workshop che si terrà in California tra il 14 e il 18 Marzo 2011. Sarà un’occasione anche per trovare nuove collaborazioni per quella che si preannuncia un’impresa titanica. In particolare gli organizzatori approfitteranno dell’evento per incontrerare i maggiori esperti mondiali nell’assemblaggio dei genomi. Infatti, è vero che i sequenziatori Illumina in dotazione al BGI producono quantità impressionanti di sequenze, ma queste sequenze sono molto corte e per questo diventa poi molto difficile metterle insieme.

Fonte: Physorg

Image credit: avtasnki

Altri link:

Annunci